lunedì 11 gennaio 2010

PENSIONI-1^SOLUZIONE PER RISOLVERE IL PROBLEMA

Purtroppo sono arrivata alla conclusione che sia i Governi, sia i sindacati non prendono in seria considerazione i veri problemi dei pensionati.


La percentuale annuale di aumento delle pensioni è lontana dalla rincorsa della svalutazione.


Le pensioni continuano a perdere potere d’acquisto e gli anziani fanno sempre più fatica ad andare avanti.


Inoltre i politici non perdono occasione di attribuire alla previdenza presente e futura l’origine di tutti i mali .


1° - Perché non si parla più degli sprechi del passato?


2°- Quanto costano i Deputati, i Senatori e tutto l’apparato politico nazionale?


3°- Ma qualcuno (Sottosegretario o ministro delle Finanze o Direttore dell’INPS) ha mai pensato che nel concedere e poi erogare la Cassa Integrazione o la Mobilità, dovrebbe essere obbligatorio controllare l’utile da distribuire dell’esercizio precedente e, fatta salva una percentuale logica ed equa per gli azionisti, il restante dovrebbe restare nella liquidità della ditta in sofferenza? E questo anche per un certo numero di anni successivi. Diversamente , tutto il peso delle difficoltà di una azienda a causa di concorrenza, problemi di mercato o congiunture varie ricadono solo sui Cassa Integrati e su tutti i cittadini Dipendenti e Pensionati.


Porto ad esempio delle s.p.a. che in certi anni comparivano sulla stessa pagina economica dei quotidiani per:


Bilancio premiato come miglior stesura.


Dividendo da distribuire per buoni risultati aziendali ed economici ottenuti nell’anno precedente.


Cassa Integrazione di qualche centinaio o migliaio di dipendenti in una delle fabbriche, nell’anno in corso.


Acquisizione del Marchio “Tal dei Tali” in difficoltà o in vendita.



Personalmente sono pensionata da 10 anni e mi ritengo inserita nella categoria “degli ultimi degli ultimi” ed ho una proposta seria ma veramente molto seria da suggerire:


1°- A chi ci governa in questo momento cioè Presidente, Ministri ecc… ecc…


2°- a tutto il Parlamento compresa l’opposizione e gli indipendenti.


3°- Alla Confindustria e ad ogni altro organismo che rappresenta i datori di lavoro.


4°- A tutti i vari Sindacati dei lavoratori.



Ora che ho elencato i soggetti ai quali suggerire la proposta da presentare al Parlamento posso esporla:


Far votare alle due Camere una legge che dia “La Libertà” agli anziani (diciamo , ad esempio, compiuti i 75 anni, o voglio esagerare, gli 80 anni) di poter scegliere autonomamente “una morte dolce ed assistita” e così togliersi:


1°- dalle “passività” dell’INPS.


2°- dai poveri lavoratori ancora in attività che con i loro contributi ci devono mantenere.


3°- dai “costi” della Sanità Pubblica che ne trarrebbe un grosso risparmio:


4°- dall’obbligo, sia affettivo che del Codice Civile, di assistenza da parte dei nostri figli (chi ne ha!) che devono andare in pensione sempre più tardi e non so proprio come potranno conciliare lavoro ed assistenza! E che se noi facessimo questa scelta “definitiva” ci potrebbero ricordare ancora in piena lucidità e non, forse, persi in qualche malattia degenerativa.



Io personalmente sono “stufa marcia” (come esclamavo a 15 anni) di vivere così come mi obbliga a vivere questo “sistema”.



Certo, ci sono senza dubbio milioni di anziani entusiasti di vivere, abbarbicati alla vita, ma sono convinta che ce ne siano molti che vorrebbero smettere di respirare come me:


Lascio a noti personaggi tutti i loro più che legittimi “entusiasmi” in tutti i campi dello scibile umano. “Loro” sono fatti così!!! ….Credo da sempre!!!......







*******************************************************
Vuoi esprimere un tuo parere, lasciare un commento relativo a questo articolo? Puoi farlo! Fai clic sul link "commenti" che trovi qua sotto. Verrà richiamata la pagina per la pubblicazione dei commenti!
********************************************************

2 commenti:

  1. forse non sapete che molto recetemente e in sordina i nostri politici TUTTI si sono aumentati considerevolmente i loro stipendi gia' d'oro ho provato a contattarne qualcuno chiedendo spiegazioni, nessuna risposta, E' UNO SCHIFO

    RispondiElimina
  2. Pensionata Arrabbiata30 gennaio 2010 15:24

    NON LO SAPEVO! Adesso mi arrabbio ancora di più. Ma che tipo di rivoluzione si può mettere in piedi con questa piena di orecchie ed occhi elettronici? Dalla storia non trovo spunti imitabili!

    RispondiElimina